I

l tormentone dell’estate non è una canzone, ma questa volta un’ app.
Da Chiara Ferragni a Fedez, da David Guetta a Eros Ramazzotti: è scoppiata la moda dell’invecchiarsi tramite FaceApp.

FaceApp: come saremo da vecchi

Un’applicazione che “trasforma” la vostre facce usando l’intelligenza artificiale, in semplici passi, lanciata due anni fa dalla società russa Wireless Lab, fondata da Yaroslav Goncharov.
Goncharov ha dichiarato: “Abbiamo sviluppato una nuova tecnologia che sfrutta le reti neurali per modificare in maniera realistica il volto nelle foto”.
In pratica, non si tratta di semplici filtri, ma di un algoritmo che analizza i volti e li modifica grazie all’intelligenza artificiale.

Come utilizzare FaceApp

Caricate una foto o scattatevene una. Successivamente, inserite il filtro che volete.
Potete invecchiare, ringiovanire, cambiare espressione, acconciatura, barba, trucco oppure trasformarvi da uomo in donna e viceversa. Dopo aver scelto il giusto filtro, salvate la foto modificata ed ovviamente condividetela sui social.

Il successo di FaceApp

Sono bastati pochi click e nel giro di poche ore, il successo di questa app è esploso, diventando un fenomeno di massa.
Fenomeno che non ha solo coinvolto personaggi famosi, ma tutti, proprio tutti.
Scatenando un’invasione di foto” invecchiate” sui feed instagram e facebook.

Un fenomeno virale

Il fenomeno è diventato così tanto virale che alcuni brand hanno iniziato a farne dell’ironia. Come Taffo, ad esempio.
Non esagerate con FaceApp, che è un attimo”. Come immagine di accompagnamento al post, una bara di mogano chiaro. Firmato, naturalmente, Taffo.
L’agenzia di pompe funebri più famosa e divertente d’Italia, è entrata col suo humour macabro nel fenomeno social più virale nelle ultime ore.

Oggi l’app è stata usata da oltre 80 milioni di persone. Il successo è legato ai social, alla viralità, alle challenge tra vip e all’aspetto ludico dell’app. Ma non mancano le critiche, legate soprattutto alla privacy a causa delle autorizzazioni che bisognerebbe dare se si volesse utilizzare l’app.
Volete sapere come sarete da vecchi? Scaricate anche voi l’applicazione e invecchiatevi!
Nel frattempo, potete leggere qui un altro articolo riguardo l’intelligenza artificiale.